Emanuela Marchiafava


Cinque impegni per Pavia 3
09/05/2011, 15:12
Filed under: Uncategorized

Le elezioni dei prossimi 15 e 16 maggio 2011 saranno decisive. In vent’anni nella nostra provincia il governo PDL-Lega ha promosso l’idea di una gestione del territorio e del suo sviluppo legati a filo doppio all’edilizia e ai centri commerciali, e ha lasciato senza soldi i Comuni, costretti a cercare fondi presso imprenditori privati interessati solo ai profitti immediati e alle facili speculazioni. Dobbiamo cambiare. Io ci provo, con cinque impegni per il collegio di Pavia 3: per il Vallone, il Crosione, San Pietro in Verzolo, Montebolone, Scarpone, San Giovannino Nord e Fossarmato.

1) TANGENZIALE EST/PONTE DELLA BECCA

A medio termine, recuperare le risorse necessarie per: – far sì che la tangenziale est di Pavia sia davvero una tangenziale, sostituendo i pericolosi incroci a raso con passaggi viabilistici sopraelevati – costruire un nuovo ponte a valle del ponte della Becca per collegare meglio Pavia all’Oltrepò. A breve termine, con le risorse disponibili nel 2011-2012, avviare la

manutenzione ordinaria e straordinaria delle strade di competenza provinciale mettendo in sicurezza: – la tangenziale est, all’incrocio con la Strada Paiola (con dispositivi di segnalazione luminosa, catarifrangenti e segnaletica orizzontale e verticale) e a quello con Cascina Morona (con la ridefinizione

dell’imbocco di Strada Cascina Morona nella tangenziale est). – il Ponte della Becca, inserendolo in un parco fluviale e valorizzando i sentieri ciclopedonali della valle del Po e del Ticino.

2) SCUOLE SUPERIORI

L’edilizia delle scuole secondarie di secondo grado è di competenza diretta dell’amministrazione provinciale: basta con la logica d’intervento nell’emergenza! Serve una pianificazione e una lista di priorità in base alle reali necessità di messa in sicurezza e di manutenzione degli edifici scolastici.

3) IMPIANTI FOGNARI

Il Servizio idrico integrato è l’insieme dei servizi pubblici di distribuzione di acqua a usi civili, di fognatura e di depurazione delle acque reflue, gestito all’interno dei cosiddettiAmbitiTerritoriali Ottimali. Aderiscono all’Autorità dell’Ambito Territoriale Ottimale della Provincia di Pavia (AATO) i 190 Comuni della provincia di Pavia e la Provincia di Pavia. Allora perché le frazioni Scarpone e Scagliona attendono da troppo tempo la realizzazione dell’impianto fognario?

4) TICINO IN PERICOLO

L’ipotizzato raddoppio dello scolmatore nord-ovest della Provincia di Milano, come risposta alle emergenze del Seveso, finirebbe con lo scaricare nel Ticino, all’altezza di Abbiategrasso, le acque che nessuno a oggi garantisce sarebbero depurate a monte. Per questo diciamo no al raddoppio.

5) VIA FRANCIGENA

È una delle strade che conducevano alle tre mete religiose cristiane dell’epoca medievale: Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme. Parte da Canterbury e giunge fino a Roma passando per San Pietro in Verzolo, nei pressi della Chiesa di San Lazzaro. Dichiarata “itinerario culturale del Consiglio d’Europa”, perché non valorizzarla attraverso un percorso che colleghi la pista ciclopedonale che parte dal Confluente con la pista ciclopedonale di Montebolone/località Scagliona?

FACSIMILE e Programma per Pavia 3

 


Leave a Comment so far
Leave a comment



Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *



Switch to our mobile site